Dove siamo / Contatti

Il Alpino Rifugio La Chardousë si trova in Borgata Vazon 5
Comune di Oulx cap.10056 (TO)
Alta Valle Susa – Regione Piemonte (Italia)


Guarda la mappa piu’ grande

CONTATTI
tel +39.339.6085107 – +39.338.9343937
info@rifugiolachardouse.it

COME RAGGIUNGERCI
In auto
Da Torino autostrada per Bardonecchia uscita Oulx Est. In centro a Oulx svoltare a destra sul ponte e subito dopo a sinistra in strada Cotolivier. Seguire indicazioni Rifugio La Chardousë – Vazon, strada di montagna di circa 6km sino al parcheggio del rifugio

A piedi
Da Oulx giunti in strada Cotolivier alla fine dell’abitato lasciare l’auto e seguire le indicazioni del rifugio per il sentiero contraddistinto dalla lettera “G”, dopo circa 2km, lasciare sulla destra il bivio per Chateau ed arrivate in frazione Pierremenaud, dopo le case proseguire verso destra lungo il sentiero e giunti a Borgata Vazon ci troviamo nel cuore della borgata a fianco della Chiesa.

Da Amazas: da Oulx proseguire sulla statale in direzione Cesana fino al bivio per la frazione Amazas, in prossimità del ponte sulla Dora lasciare l’auto e proseguire a piedi fino alla fine della borgata da qui comincia una strada sterrata a sinistra direzione Soubras, giunti a Soubras proseguire nel centro del paese e dopo la fontana continuare per il sentiero indicato per il rifugio in borgata Vazon camminata facile di circa 1 ora e 15 min. dislivello 450 mt.

Da Chateau Beaulard: da Oulx proseguire in direzione Bardonecchia, dopo circa 7 km svoltare a destra per  Beaulard e da qui proseguire fino alla frazione di Chateau Beaulard a quota 1.390slm, giunti al fondo dell’abitato seguire le indicazioni per Cotolivier-Vazon-Rifugio La Chardouse verso sinistra, attraversare il ponte e proseguire sulla strada sterrata per circa 50 metri, dopo la curva imboccare la mulattiera  che sale sulla destra e dopo alcuni metri lasciare il sentiero principale che sale al Cotolivier  per girare a sinistra in direzione Vazon-Rifugio La Chardouse, per tutto il tratto nel bosco oltre ai cartelli seguire le indicazioni bianche e rosse sul fianco degli alberi che costeggiamo il sentiero e attraversare i pianori per riprendere il sentiero dal lato opposto del pascolo, dopo circa un’ora e venti di cammino giungete sulla strada militare che porta alla Madonna del Cotolivier da qui scendere verso l’abitato di Vazon dove in pochi minuti raggiungete il Rifugio.

IL RIFUGIO

La Chardousë” prende il nome, in patois, del fiore della carlina che secondo la tradizione, veniva appeso sulle porte o facciate delle case di montagna come amuleto contro le forze nefaste della notte e augurio di buon auspicio, per altri invece impediva il passaggio delle streghe o semplicemente come cardo segnatempo poiche’ il fiore rivela l’arrivo della pioggia ... Per info: info@rifugiolachardouse.it